RSA - Residenza Sanitaria Assistenziale - Fondazione Casa Serena

RSA

Residenza Sanitaria Assistenziale

La persona parzialmente e completamente non autosufficiente trova in Casa Serena la risposta ai propri bisogni assistenziali, sanitari, di sostegno psicologico.
Accreditata secondo gli standard richiesti da regione Lombardia, Casa Serena ospita in forma residenziale 185 persone.

Altri sette posti residenziali sono a disposizione in forma privata, sempre nel rispetto degli standard regionali, ma con tariffa piena a carico dell’utente. L’ospite è seguito a tutto tondo nei propri bisogni attraverso un servizio alberghiero efficiente (servizio lavanderia incluso nella retta), un servizio medico infermieristico attento e professionale, un servizio di assistenza alla persona (servizio parrucchiere, manicure e pedicure inclusi nella retta).

Educatori professionali organizzano laboratori creativi e numerose attività miranti al benessere psicologico e relazione dell’ospite.
Una moderna palestra è a disposizione per programmi riabilitativi o di mantenimento, personalizzati.

L’assistenza è completata anche dal servizio religioso grazie alla convenzione con la parrocchia che quotidianamente garantisce la presenza di un sacerdote o di una suora per l’assistenza spirituale. La Messa è quotidiana con accesso alla capiente cappella o attraverso la visione della funzione stessa in camera, a mezzo televisione, per presenza di un circuito televisivo interno.

Grazie alla presenza di grandi spazi comuni interni all’RSA e ad un parco secolare, gli ospiti possono interagire con parenti, amici e volontari per una migliore integrazione con il paese. L’RSA infine è dotata di una sala teatro multifunzione che ospita eventi aperti sia agli ospiti residenti che alla popolazione, garantendo così l’apertura della Casa di Riposo al territorio.

Per poter accedere all’RSA è necessario annunciarsi all’apposito Servizio di Accoglienza interno che, attraverso un’analisi dei bisogni e delle condizioni, metterà in lista d’attesa l’ospite secondo criteri di trasparenza monitorati dall’ATS.

La vita in struttura
È garantita all’Ospite libertà di gestione della sua giornata, compatibilmente con le con le condizioni di salute le esigenze organizzative minime della Residenza Sanitaria Assistenziale.
Gli ospiti sono incentivati al mantenimento delle proprie abitudini e dei propri interessi e sono stimolati al recupero delle capacità funzionali residue.

Orario Attivià
6:30 – 8:30 Sveglia e igiene per gli ospiti con parziale mobilizzazione, attività infermieristica e assistenziale
8:00 – 9:00 Colazione
9:00 – 11:30 Attività di animazione, fisioterapica, di cura della persona (medica – infermieristica – assistenziale)
11:30 – 13:00 Pranzo per tutti gli ospiti
13:30 – 15:30 Riposo
14:30 – 17:30 Mobilizzazione e attività animativa, fisioterapica di cura della persona (medica – infermieristica – assistenziale), spuntino pomeridiano
17:30 – 18:30 Cena per tutti gli ospiti
18:45 – 20:30 Igiene degli ospiti e preparazione del riposo notturno
21:00 – 6:30 Assistenza notturna, igiene al bisogno
La composizione della giornata alimentare dell’ospite

Colazione
latte, caffè , tè oppure Yogurt + biscotti, oppure pane

Pausa a metà mattina/idratazione
la composizione dell’idratazione a metà mattina prevede
la scelta tra tè, oppure caffè

Pranzo o Cena
primo piatto , secondo piatto, contorno, frutta, pane, bevanda

I pasti saranno così composti:
n.1 primo piatto del giorno + 2 VARIANTI FISSE
n.1 secondo piatto del giorno + 4 VARIANTI FISSE
n.1 contorno del giorno + 1 alternativa
frutta fresca, cotta, frullata + dolce 1 volta alla settimana (domenica)
bevanda acqua minerale o vino
dolce e caffè (nei giorni festivi)

Merenda
tè con biscotti
oppure tè con fette biscottate oppure  yogurt alla frutta

Buona notte
la bevanda prevista per la “Buonanotte” è la camomilla

Il menù ruota su quattro settimane, sia quello invernale che quello estivo,
viene affisso nelle sale pranzo tutti i giorni e gli ospiti possono scegliere
quello che preferiscono al loro arrivo la mattina.

È possibile avere delle alternative (pasta, riso o minestrina come primo, formaggio, prosciutto o carne bollita come secondo,
verdura cruda o purè come contorno), inoltre si può scegliere tra varie tipologie di frutta fresca o cotta. Se necessario è possibile
chiedere che il pasto venga frullato.
Su prescrizione medica è possibile avere la dieta personalizzata.

È un servizio residenziale rivolto a persone anziane di ambo i sessi generalmente dai 65 anni,
che si trovano in stato di non autosufficienza parziale o totale parzialmente
e che offre prestazioni di tipo alberghiero e servizi di carattere assistenziale infermieristico, sanitario e riabilitativo diretti al recupero del benessere psico-fisico.
Le prestazioni sono fornite secondo modalità previste da normative nazionali e regionali e dal regolamento interno della Residenza Sanitaria Assistenziale.
La Casa ha ottenuto la certificazione per il sistema di gestione di qualità.

Accoglienza residenziale per 200 persone a contratto
di cui 15 in un reparto specializzato per malati di Alzheimer
Ricoveri temporanei nel limite di 7 posti letto autorizzati
Modulo Cure Intermedie
Centro Diurno Integrato
Assistenza Domiciliare Integrata
RSA Aperta
Servizio di Assistenza Domiciliare
Cure palliative UCP-Dom
Ambulatori polispecialistici

Le domande di ammissione devono essere presentate utilizzando il modello valido in tutte le RSA (RESIDENZE SANITARIE ASSISTENZIALI) della provincia di Bergamo scaricabili dal sito dell’ATS di Bergamo e dal sito della Fondazione (www.fondazionecasaserena.it)o ritirate presso la portineria della Fondazione.

Una volta compilata in ogni parte, la domanda deve pervenire alla Fondazione tramite le seguenti modalità: caricando la domanda dal sito della Fondazione o tramite il portale di ATS : http://waitinglist.ats-bg.it/DSPWaitingList o consegnata a mano presso la portineria.
Qualora la domanda risulti incompleta, l’ufficio accoglienza richiede l’integrazione dei dati mancanti. La domanda verrà accolta solo al completamento dei documenti necessari. Le domande saranno conservate e catalogate presso l’Ufficio Accoglienza. La domanda può essere presentata in qualsiasi periodo dell’anno.
Il Consiglio di Amministrazione potrà disporre temporanee sospensioni nell’accettazione delle domande.

REGOLAMENTO

Domanda Ingresso

L’ingresso in RSA e CDI è gestito dal Servizio Accettazione/Accoglienza della Fondazione, che fornisce indicazioni e suggerimenti per l’orientamento, secondo le normative nazionali e/o regionali. Il Servizio pianifica e organizza gli appuntamenti per le domande di inserimento in RSA/CDI, i colloqui di approfondimento.

La lista d’attesa per i posti a contratto con il SSR è gestita considerando la complessità sanitaria e la garanzia della continuità assistenziale, nonché la fragilità della rete sociale in cui vivono le persone che fanno richiesta di ricovero. La lista di attesa viene, altresì, definita sulla base della compatibilità delle condizioni di fragilità dell’ospite con l’organizzazione delle Unità operative di degenza.

Tempi medi di attesa per RSA 4-6 mesi
Tempi medi di attesa per CDI 2 mesi

Il tempo medio di attesa indicato è in relazione alle condizioni di fragilità delle persone accolte nelle Unità di Offerta della Fondazione ed in considerazione del numero di posti letto accreditati.

Per fare richiesta di inserimento in RSA, si prega di scaricare: la domanda di ingresso
e le relative scheda sociale e sanitaria, quest’ultima dovrà essere compilata dal medico curante:

MODULI

Torna in cima